La musica di montagna di O fratello, dove sei? la colonna sonora ha eclissato il film



La musica di montagna di O fratello, dove sei? la colonna sonora ha eclissato il filmUscito 20 anni fa questo ottobre, i fratelli Coen O fratello, dove sei? è una saga dell'era della Depressione di tre uomini - Everett (George Clooney), Pete (John Turturro) e Delmar (Tim Blake Nelson) - che si liberano da una banda di catene per trovare un tesoro sepolto. Lungo la strada, i tre raccolgono un giovane chitarrista di talento che ha appena venduto la sua anima al diavolo; sono inseguiti da uno sceriffo malvagio; e registra una canzone veloce. Mentre continuano il loro viaggio, sedotti dalle sirene e scappando a malapena dal Ku Klux Klan, il loro record diventa un successo, che si traduce nel loro completo perdono, permettendo loro di raggiungere il loro obiettivo finale: tornare a casa.

Per segnare questa epopea, basata su Homer Odissea , gli sceneggiatori-produttori Joel ed Ethan Coen hanno chiamato T Bone Burnett, il leggendario musicista e produttore che era stato anche supervisore musicale del loro film precedente, 1998 Il grande Lebowski . Burnett ha detto National Public Radio, Radio Pubblica nel 2011 che, dopo aver letto la sceneggiatura, ha visto l'opportunità di rendere la colonna sonora un tributo alla musica dalle radici classiche che amava, per illuminarla con una luce che non veniva mostrata da decenni. Una pubblicazione discografica riceve una pubblicità minima, ha ragionato; un film importante con George Clooney, molto di più.



È stata presa la decisione di registrare la musica prima di girare il film. Sebbene la colonna sonora includa alcuni brani vintage, la maggior parte consiste in registrazioni di canzoni tradizionali di artisti contemporanei come Alison Krauss, Gillian Welch e Dan Tyminski; furono arruolati anche artisti del bluegrass classico come Ralph Stanley e i Fairfield Four. Burnett ha ricercato le tecniche di registrazione degli anni '30 per catturare un suono appropriato all'epoca, registrando con un microfono in mono. La combinazione è riuscita a introdurre la musica bluegrass, folk e di montagna (vecchio stile, come dice un personaggio) a un'intera nuova generazione.

Il film inizia con due canzoni registrate molto tempo prima Oh fratello : Po Lazurus è una registrazione di una banda della catena del Mississippi realizzata dal musicologo Alan Lomax mentre stava lavorando al suo 1959 Viaggio nel sud serie LP. Lomax è rimasto sbalordito dalla bellezza della canzone, tanto più perché è stata registrata mentre gli uomini eseguivano un duro lavoro nel caldo soffocante, il battito delle loro asce il loro unico accompagnamento. La canzone, cantata nel film dai prigionieri ancora nella banda da cui Everett, Pete e Delmar scappano, è attribuita a James Carter e i prigionieri. Burnett ha scoperto la canzone per la prima volta durante una ricerca negli archivi Lomax e dopo il successo del Oh fratello colonna sonora, l'artista originale è stato rintracciato: il direttore delle licenze degli archivi Lomax Don Fleming e la figlia di Lomax, Anna Lomax Chairetakis, che gestisce gli archivi di suo padre, sono andati a Chicago e hanno presentato a Carter il suo primo assegno di royalty, per $ 20.000, e un CD di platino con il suo nome, secondo il L.A. Times . Hanno trovato Carter in tempo per invitarlo ai Grammy; ha anche ricevuto ulteriori royalties dall'album, che ha speso per un banco alimentare e un furgone della chiesa prima della sua morte nel 2003.

arrivederci, addio e amen

Po' Lazarus parla di un uomo che viene braccato e ucciso da uno sceriffo, prefigurando il personaggio dello sceriffo satanico (interpretato da Daniel von Bargen) che seguirà i tre detenuti. Ma prima che quella parte del loro viaggio inizi, il Oh fratello i titoli di coda, simili a quelli dei film muti e ambientati sulle note dell'altra registrazione classica della colonna sonora: Big Rock Candy Mountain di Harry McClintock del 1928. McClintock scrisse la melodia (resa famosa da Burl Ives nel 1954), descrivendo la vita perfetta che il molti senzatetto e senza lavoro allora sui binari potevano solo sognare: dove crescono le dispense sui cespugli / e dormi fuori ogni notte / dove i vagoni sono tutti vuoti / e il sole splende ogni giorno. La canzone stabilisce il nobile ideale con cui Everett attira i suoi amici, il tesoro di 1,2 milioni di dollari che li salverà dalla loro vita dura.



In realtà, la loro salvezza non sarà il tesoro, ma, giustamente per un film in cui la colonna sonora gioca un ruolo così importante, la musica. Ma prima, i tre uomini fuggono a casa del cugino di Pete, Wash (Frank Collison). Prima di passare la notte, sentono alla radio la prossima canzone della colonna sonora, You Are My Sunshine, la sigla della campagna di rielezione di Pappy O'Daniel (Charles Durning). La canzone è un cenno al governatore della Louisiana della metà del secolo Jimmie Davis, che ha registrato la sua versione popolare della canzone (e ne ha rivendicato la proprietà, mentre i diritti di scrittura delle canzoni rimangono nebulosi) e gli è piaciuto suonarla durante la campagna elettorale, a cavallo chiamato Sole. You Are My Sunshine è una delle canzoni più popolari mai registrate, ma il testo completo, presente sul Oh fratello colonna sonora, sono molto più tristi di quanto molti pensino, con la maggior parte delle persone che conosce solo il suo allegro ritornello. Il primo verso racconta una storia più oscura: L'altra notte cara, mentre dormivo / ho sognato di tenerti tra le mie braccia / ma quando mi sono svegliata, cara, mi sono sbagliata / così ho abbassato la testa e ho pianto. Pappy, come la maggior parte delle persone, si concentra solo sulle frasi più familiari e allegre della canzone.

Anche se Wash consegna il trio alle autorità (spingendo la prima delle tante consegne di Clooney di Dannazione! Siamo in una situazione difficile!), riescono a scappare e vengono presto attirati dalla voce cadenzata di Down To The River di Alison Krauss Pregare. La scena onirica raffigura figure spettrali tutte vestite di bianco che camminano attraverso una foresta verso un battesimo di massa a tutto corpo, perfettamente inquadrato nell'antico spirituale che un tempo apparve nel volume del 1867 Canzoni degli schiavi degli Stati Uniti. Krauss, una campionessa di violino di Champaign, Illinois, era una star del bluegrass già affermata, vincendo il Grammy per la migliore registrazione bluegrass per il suo singolo I've Got That Old Feeling nel 1991. Krauss avrebbe vinto altri 10 Grammy che decennio, e Oh fratello l'ha aiutata a elevarla al mainstream, mostrando le sue intonazioni distintive nell'ipnotica canzone a cappella. Sia Delmar che Pete hanno esperienze religiose nel fiume, battezzandosi essi stessi.

I tre detenuti evasi quindi vanno a prendere Tommy Johnson (Chris Thomas King) in un vero e proprio bivio, un riferimento al famoso musicista Robert Johnson, che, secondo la leggenda, vendette la sua anima al diavolo in cambio delle sue straordinarie abilità chitarristiche. Racconta loro di un uomo in una stazione radio che darà loro dei soldi se cantano in una lattina, così si sono messi a fare il disco che li renderà famosi. È qui che la ricerca musicale di Burnett deve aver raggiunto il suo ostacolo più difficile; aveva bisogno di una canzone tradizionale così potente e orecchiabile da rendere plausibilmente famosi i Soggy Bottom Boys, in procinto di essere battezzati, ma non così potente e orecchiabile da essere già noto. I Am A Man Of Constant Sorrow ha selezionato tutte quelle caselle. La canzone è stata scritta dal suonatore di banjo del Kentucky Dick Burnett, che era stato un bambino prodigio prima di perdere la vista in un attacco che combatteva contro un rapinatore poco più che ventenne. L'imperterrito Burnett ha continuato a pubblicare una sfilza di dischi negli anni '20 con il suo partner, il violinista Leonard Rutherford. Sorrow, noto anche con il suo titolo originale, Farewell Song, è stata una delle tante composizioni di Burnett alla fine cantate da una varietà di persone.



migliori film del 207

Sebbene non sia onnipresente, Sorrow è stata interpretata da Bob Dylan, Joan Baez e Judy Collins (l'offerta vocale di quest'ultima la proclamava Maid Of Constant Sorrow). La versione che si avvicina di più a quella ascoltata Oh fratello è probabilmente la leggenda del bluegrass Ralph Stanley, poiché la sua voce lamentosa cattura l'ossessionante tristezza della melodia. Nel suo National Public Radio, Radio Pubblica intervista, T Bone Burnett ha ricordato che Joel Coen stava spingendo per un suono più rock per la versione dei Soggy Bottom Boys. Sebbene Clooney si sia esercitato con la sua voce, alla fine è stato deciso che non c'era abbastanza tempo per addestrarlo adeguatamente, quindi il compagno di band di Krauss Dan Tyminski ha cantato la canzone e suonato la frastagliata chitarra acustica che la dà il via. È il twang armonizzato dei cori, che ripetono i versi principali della difficile situazione dei cantanti solisti, che distingue davvero questo Man Of Constant Sorrow, tanto che è del tutto concepibile che questa canzone possa fare delle star fuori gli uomini che hanno cantato esso. Il dolore compare un totale di tre volte nella colonna sonora, due nella sua interpretazione più familiare e una volta come strumentale, segnando una delle tante notti dei Soggy Bottom Boys che si rifugiano attorno a un fuoco.

Una serata simile e discreta offre l'opportunità per un'altra interpretazione efficace di un classico, questa volta di Tommy. Interpretato da Chris Thomas King nel film, Hard Time Killing Floor Blues è apparso originariamente nell'album del 1964 del leggendario bluesman della Delta Skip James lei mente e racchiude i temi dell'era della depressione: I tempi difficili sono qui e ovunque tu vada / I tempi sono più difficili che mai. Thomas King imita la voce acuta di James, mentre mostra la sua abilità di chitarra blues, affermata in diversi album sia prima che dopo Oh fratello.

Mr Robot stagione 1 episodio 5

Un tradizionale caminetto più entusiasta è stato fornito da Krauss e Welch, che offrono una versione vivace dell'inno I'll Fly Away. Mentre la canzone è uno spiritual che descrive la gioia di volare in paradiso dopo aver lasciato questa spira mortale, qui funziona anche come un'allegra descrizione della vita in fuga dei Soggy Bottom Boys, segnando il loro stile di vita vagabondo mentre fanno l'autostop e lasciano soldi su davanzali dopo aver rubato torte rinfrescanti. Sebbene la canzone sia stata registrata innumerevoli volte, la versione di Krauss e Welch si distingue offrendo un ritornello genuinamente angelico. Nel film stesso, la voce è fornita dalle Kossoy Sisters, sorelle gemelle identiche che facevano parte del revival folk di metà secolo nel Greenwich Village.

Anche le voci di Krauss e Welch si sono fuse straordinariamente bene quando si sono unite a Emmylou Harris per l'a cappella Didn't Leave Nobody But The Baby, che segna una scena in cui tre sirene seducono Everett, Pete e Delmar. La registrazione si basa su una ninna nanna (anch'essa negli archivi Lomax), evidente dalla costante sollecitazione di Vai a dormire, piccola. Le tre voci sono ipnoticamente seducenti mentre attirano i tre uomini, che, dopotutto, finiscono per addormentarsi.

Altri tagli erano più energici, come l'ottimistica interpretazione di Keep On The Sunny Side da parte dei Whites (che ricorda la versione della famiglia Carter decenni prima) e l'adorabile In The Highways, cantata nel film da un gruppo composto dalle giovani figlie di Everett , ed eseguito nella colonna sonora delle Peasall Sisters. Grazie alla loro inclusione nella colonna sonora, il gruppo, composto da Sarah di 14 anni, Hannah di 11 anni e Leah Peasall di 8 anni della Casa Bianca, Tennessee, è stato il gruppo più giovane mai nominato per un Grammy al momento.

La svolta più oscura del viaggio di Everett, Pete e Delmar arriva quando si imbattono in una manifestazione del KKK, fortunatamente giusto in tempo per salvare Tommy dal linciaggio. La tradizionale O Death, cantata sullo schermo da un leader del Klan vestito di rosso, è in realtà eseguita nientemeno che dalla già citata leggenda del bluegrass Ralph Stanley, allora 77enne, che aveva registrato la canzone alcune volte in precedenza. Per questa versione, la canta a cappella in modo terribilmente minaccioso, facendo accordi con l'aldilà (O Death / Puoi risparmiarmi per un altro anno) ma suonando come se incarnasse lui stesso la morte. Dopo questa esibizione, Stanley è diventata la prima persona inserita nel Grand Ole Opry nel nuovo millennio.

O fratello' Il climax è, naturalmente, legato alla musica: Everett convince i suoi amici ad aiutarlo a organizzare una cena di raccolta fondi come parte del suo tentativo di riconquistare sua moglie, Penny (Holly Hunter). Salendo sul palco, i Soggy Bottom Boys si esibiscono di nuovo in Constant Sorrow, tra il brivido della folla estasiata. Il set include anche una performance di In The Jailhouse Now interpretata da Tim Blake Nelson di Delmar. Sebbene Homer Stokes (Wayne Duvall) leader del Klan rivelatosi/avversario di Pappy cerchi di denunciare i Soggy Bottom Boys per aver interrotto la sua cerimonia del linciaggio in precedenza (e per essersi integrati), la folla si schiera invece con la band, portando il razzista Stokes fuori città su una rotaia. Pappy dà nuovamente il via a You Are My Sunshine ed è così contento di questa svolta positiva nella sua campagna che perdona tutti e tre gli uomini a titolo definitivo.

Ora che è ufficialmente uscito di prigione, Penny accetta di tornare da Everett se può restituirle la sua vecchia fede nuziale, che è stata lasciata su una scrivania a scomparsa nella loro vecchia cabina. Il trio fa un ultimo viaggio laggiù, dove incontrano lo sceriffo satanico, pronto a linciarli tutti, con le loro tombe già scavate. Everett si inginocchia e prega per la salvezza, e i Soggy Bottom Boys vengono miracolosamente salvati da un'alluvione, sulle note di un'altra canzone a cappella, questa volta, lo standard gospel tradizionale e commovente Lonesome Valley dei Fairfield Four. I Four sono un gruppo gospel che esiste da quasi un secolo, iniziato come trio nella Fairfield Baptist Church di Nashville e diventando famoso alla radio, in una traiettoria di carriera non dissimile da quella degli stessi Soggy Bottom Boys. Lonesome Valley descrive il percorso di Everett verso la redenzione: Devi chiedere perdono al Signore / Nessun altro può chiederglielo per te. Mentre Everett implora Dio di essere liberato dallo sceriffo, l'universo risponde miracolosamente con il diluvio, battezzandolo efficacemente e finalmente. Mentre i Soggy Bottom Boys volano via, Tommy trova l'anello nella scrivania arrotolabile.

cosa vuoi da me canzone

Essendo un film dei fratelli Coen, questo ancora non lega tutto in modo ordinato, poiché Penny afferma che non è l'anello giusto. Ma non importa. Everett è ancora tornato con la sua famiglia, il tesoro per eccellenza, mentre una registrazione classica di Angel Band degli Stanley Brothers e dei Clinch Mountain Boys ci porta ai titoli di coda, le corde scintillanti e la voce tremula che affermano il lieto fine: le mie prove più forti ora sono passato, il mio trionfo è iniziato.

Oh fratello è andato abbastanza bene nel canone dei fratelli Coen, guidati dalla performance vincitrice del Golden Globe di Clooney nei panni del gabby e dipendente dalle pomate Everett. Ma la colonna sonora ha facilmente eclissato il successo del film, poiché è stata divorata dagli spettatori ansiosi di suonare Constant Sorrow e la miriade di altri classici del bluegrass nella colonna sonora nelle proprie case. Ad oggi ha venduto oltre otto milioni di copie. Ha vinto un Grammy non solo per la migliore colonna sonora di compilation, ma anche per il miglior album in assoluto, insieme alla migliore collaborazione country con la voce per I Am A Man Of Constant Sorrow dei Soggy Bottom Boys e alla migliore voce country maschile per O Death di Ralph Stanley. Ha anche vinto molti Country Music Association e International Bluegrass Awards. La colonna sonora ha anche generato volumi aggiuntivi e il proprio tour di concerti. E dopo il rilascio di Giù Dalla Montagna , un documentario con gli artisti dell'album, Quello la colonna sonora ha vinto il Grammy per il miglior album folk tradizionale.